Psicoterapia dinamica

I Disturbi d'Ansia: Generalità >> Ansia generalizzata >>

Il Panico >> Gli Attacchi di panico >> L'agorafobia >>

La Fobia semplice >> La Fobia sociale >> Il Disturbo ossessivo >> Lo Stress post traumatico

 

Agorafobia

L'agorafobia (letteralmente: paura degli spazi aperti) è una sensazione di grave disagio che si può sperimentare quando si è in ambienti non familiari o si teme di non riuscire a controllare la situazione nella quale ci si trova, specie ove vi sia difficoltà a trovare una fuga immediata verso un luogo sicuro (che di solito è la propria abitazione).

Si tratta, in pratica , di una paura irrazionale che si può dunque sperimentare nei confronti degli spazi aperti, di luoghi esterni e non familiari, oltreché di uscire di casa.

La gravità dell'ansia e dei comportamenti evitanti possono variare da persona a persona, e l'agorafobia è di solito una manifestazione fortemente invalidante, in quanto chi ne soffre spesso diventa totalmente dipendente dalle mura domestiche oppure è costretto ad uscire di casa solo quando è accompagnato.

L'agorafobia può riguardare l'uscire di casa, l'entrare nei negozi, nei luoghi pubblici, il viaggiare da soli nei bus, nei treni o negli aerei; comporta un vero e prorio terrore relativo all'idea di mancanza di una 'via di fuga' (una delle caratteristiche chiave di queste situazioni agorafobiche).

Il timore delle conseguenze di tale condizione di agorafobia spesso diviene esso stesso un'ulteriore causa di limitazione personale (la c.d. 'ansia anticipatoria').

L'agorafobia può ritrovarsi come sindrome a sè stante oppure in associazione con il disturbo di panico (vedi); nel primo caso si pone diagnosi di 'Disturbo di Panico con Agorafobia'. Nel secondo caso, semplicemente, di 'Agorafobia' (o Disturbo Agorafobico).

 

Nel disturbo di panico e nell'agorafobia sono spesso presenti sintomi depressivi; in alcuni casi un disturbo depressivo può coesistere con il disturbo di panico o con l'agorafobia. Oltre all'agorafobia, altre fobie e disturbi ossessivo­compulsivi possono coesistere con il disturbo di panico. Le conseguenze psicosociali dell'agorafobia, oltre ai problemi coniugali, comprendono perdita di tempo nel corso dall'attività lavorativa, perdite finanziarie a questa collegate, abuso di alcool o di altre sostanze.


La diagnosi differenziale dell'agorafobia (senza storia di disturbo di panico) comprende tutti i disturbi medici che possono causare ansia o depressione. La diagnosi differenziale psichiatrica comprende il disturbo depressivo maggiore, i disturbi di personalità, in particolar modo il disturbo evitante di personalità e il disturbo dipendente di personalità.


Nella maggior parte dei casi, l'agorafobia sembra collegata al disturbo di panico. Se questo viene trattato, l'agorafobia spesso migliora nel tempo. L'agorafobia senza storia di disturbo di panico è spesso invalidante e cronica. I disturbi depressivi e la dipendenza da alcool possono spesso complicarne il decorso.


francesco giubbolini, medico psicoterapeuta - siena firenze

 

Ultima modifica: 14/11/2013