Psicoterapia dinamica

 

Argomenti di Psichiatria

I Disturbi di personalità - La depressione - I Disturbi d'Ansia - La Medicina psicosomatica -

I Disordini del comportamento alimentare - Il Disturbo bipolare

Nel Blog: Argomenti di clinica e terapiaBlog Psicoterapia

 

 

Considerazioni generali sulle Nevrosi


Una nevrosi è un disturbo non psicotico, cronico o ricorrente, caratterizzato soprattutto da ansia.

Il disturbo viene avvertito o espresso direttamente oppure modificato attraverso meccanismi di difesa; appare come un sintomo, ad esempio, un'ossessione, una compulsione, una fobia o una disfunzione sessuale.

Anche se non viene usato nel DSM, il termine nevrosi è ancora presente nella letteratura e nell'ICD-10.

Nella terza edizione del DSM si definiva disturbo nevrotico:


Un disturbo mentale in cui il disordine principale è un sintomo o un gruppo di sintomi che angustiano il soggetto e che vengono riconosciuti dal soggetto stesso come inaccettabili ed estranei (ego­distonici); il giudizio di realtà è nel complesso intatto.

Il disturbo, se non trattato, è relativamente persistente o ricorrente e non è limitato a una reazione transitoria nei confronti di eventi stressanti. Non sono dimostrabili fattori o eziologie organiche.


Nel DSM nessuna classe diagnostica globale è definita nevrosi; tuttavia, molti medici considerano nevrosi le seguenti categorie:

disturbi d'ansia,

disturbi somatoformi,

disturbi dissociativi,

disturbi sessuali

e disturbi distimici.

Il termine nevrosi comprende un ampio gruppo di disturbi con vari segni e sintomi. Pertanto, ha perso qualsiasi specificità, tranne che per indicare che il giudizio di realtà della persona e l'organizzazione della personalità sono intatti.

Tuttavia, una nevrosi può essere sufficiente, e di solito lo è, ad alterare il funzionamento di una persona in numerose aree. Molti autori ritengono che il termine sia utile nella psichiatria contemporanea e dovrebbe essere mantenuto.


Nell'ICD-10 una classe definita "Disturbi nevrotici, correlati allo stress e somatoformi" comprende le seguenti patologie:

disturbi d'ansia fobica,

altri disturbi d'ansia (compresi il disturbo di panico, il disturbo d'ansia generalizzato e il disturbo ansioso-depressivo misto),

il disturbo ossessivo-compulsivo,

i disturbi dell'adattamento,

i disturbi dissociativi (conversivi)

e i disturbi somatoformi.

Inoltre, l'ICD-10 comprende la nevrastenia come disturbo nevrotico caratterizzato da faticabilità mentale e fisica, senso di instabilità generale, irritabilità, anedonia e alterazioni del sonno.


Al DSM è stata aggiunta un'appendice che riflette l'influenza della cultura e dell'etnia sulla valutazione e la diagnosi psichiatrica. Questa appendice descrive modalità sintomatologiche culturalmente specifiche, termini preferiti per descrivere il disagio e la prevalenza quando tale informazione è disponibile. Fornisce anche ai medici una guida su come i quadri clinici possono essere influenzati dall'ambiente culturale del paziente.

 

Ultima modifica: 4/12/2008