psicodinamica: terapia individuale e di gruppo

Psicoterapia dinamica

 

 

Psicoterapia dinamica

La psicoterapia è una forma di aiuto e di cura attraverso il rapporto interpersonale.

In una accezione generale, è psicoterapia quanto di utile può derivare al soggetto, per la soluzione dei propri problemi e la scomparsa dei propri disturbi, dall'incontro con un'altra persona o con più persone.

In termini più precisi, si parla di psicoterapia quando un aiuto del genere viene fornito in modo intenzionale da parte di una o più persone che abbiano titolo per farlo.

Obiettivi della psicoterapia sono il cambiamento personale ed il miglioramento della qualità delle relazioni.

Esistono elementi comuni presenti in ogni forma di terapia, e sono:

La richiesta di intervento

La sintomatologia

Il rapporto interpersonale

Il primo aspetto riguarda la possibilità che una persona riconosca l'esistenza di un problema o di una difficoltà e decida di chiedere aiuto. Il secondo aspetto, la sintomatologia, può essere costituita da elementi molto ben definiti oppure da situazioni generalizzate. E' ovvio che su tali condizioni si soffermi l'attenzione del paziente poiché queste costituiscono occasione di limitazione alla propria vita. Il terzo aspetto è costituito dal fatto che una psicoterapia si svolge sempre sulla base di una relazione interumana.

Il processo di ristruttutazione terapeutica in una persona che avverte una qualche forma di disagio avviene utilizzando il rapporto che si stabilisce con il terapeuta.

La psicoterapia si fonda sul rapporto umano paziente-terapeuta e deriva il suo modello da quello del rapporto medico - paziente. La psicoterapia ad orientamento psicoanalitico (diversamente definita anche come psicoterapia introspettiva, espressiva, psicodinamica) si propone una modificazione strutturale della personalità.

La terapia individuale è infatti una terapia psicologica ricostruttiva, che non mira tanto al riadattamento, quanto alla ricostruzione della personalità attraverso la ricognizione delle sue istanze inconsce ed una progressiva maturazione affettiva resa possibile dall'acquisita conoscenza di sé. Lo scopo del trattamento psicoterapico non è tanto dunque la cura del sintomo, quanto piuttosto la possibilità di ottenere il più alto grado di ristrutturazione del sè. Il fine della psicoterapia è quello del raggiungimento di uno “stato di completo benessere fisico, psichico e sociale e non semplice assenza di malattia” (la definizione del concetto di salute dell'Organizzazione Mondiale di Sanità).

La terapia di gruppo è invece "esperienza ed evoluzione personale e affettiva condivisa". Il gruppo è uno spazio sociale che favorisce lo sviluppo delle relazioni fra gli individui che ne fanno parte e facilita la nascita di legami identificativi ed "individuativi" e la creazione di una cultura e di una affettività comuni. Il gruppo elabora nel tempo una vicenda affettiva condivisa: questa elaborazione contribuisce a trasformare la mentalità del gruppo verso forme di pensiero, di affettività e modalità di relazione più evoluti. Tali risorse sviluppate dal gruppo e dalle sue facoltà di elaborazione condivisa tendono a stabilizzarsi e ad essere interiorizzate come un insieme organizzante di funzioni psichiche a carattere sociale e, soprattutto, affettivo.

La terapia di gruppo acquisisce sempre più, anche rispetto alla psicoterapia individuale, la connotazione di attività formativa e di ricerca personale in ambito relazionale ed affettivo.

La psicoterapia combinata infine è una particolare forma di terapia nella quale vengono contemporaneamente praticate sedute individuali e di gruppo. In questa psicoterapia i pazienti vengono visti individualmente dal terapeuta, ma partecipano anche a sedute di gruppo.
La terapia combinata è una particolare modalità di trattamento: non è un sistema in cui una terapia individuale viene accidentalmente rinforzata da un'occasionale riunione di gruppo e nemmeno significa che un partecipante a una terapia di gruppo di tanto in tanto incontra individualmente il terapeuta. E piuttosto una strategia in divenire, nella quale l'esperienza di gruppo interagisce in modo significativo con le sedute individuali e in cui il feedback reciproco aiuta a cogtruire un'esperienza terapeutica integrata.

 

Ultima modifica: 1/08/2013